BIBLIOTECA: S.U.M.E.R di Anita Borriello





S.U.M.E.R. – Anita Borriello
Editore: Brigantia Editrice
ISBN: 9788898336159
Pagine: 196
Prezzo: Cartaceo: € 16,00



Sinossi
Se il mondo, così come lo conosciamo, fosse solo una grande menzogna ben argomentata per controllare le masse? E, se così fosse, l'umanità accetterebbe di farne parte ugualmente? A partire dalle, sempre più seguite, teorie sugli Antichi Astronauti, questo romanzo sviluppa una trama avvincente che esplora il mito della dea sumera Inanna traducendolo - tra le pieghe della storia romanzata - in una possibile cronaca storica, densa di spiritualità, avventura, sentimento e tecnologia. La protagonista è una giovane studentessa universitaria che, mentre attende di conoscere il voto della sua tesina basata sulla teoria secondo la quale le antiche divinità erano in realtà alieni venuti sul nostro pianeta per modificare geneticamente il DNA degli ominidi autoctoni, creare la razza umana e instaurare poi le basi della civiltà - si imbatte in un particolare reperto che si rivela essere un dispositivo che consente di viaggiare nello spazio e nel tempo. Lo accende inavvertitamente e viene teletrasportata nell'antica città di Uruk, circa tremila anni prima dell'anno 0, e al cospetto della "dea" Inanna, che la coinvolgerà nella mitica missione del Furto dei ME: le conoscenze donate all'umanità perché potesse evolversi e progredire.

Parere
Il libro è scritto in prima persona come un diario in cui la scrittrice rivede gli eventi che l'hanno vista protagonista, lo stile è fluido, pulito e riesce a trasmettere i sentimenti del personaggio principale e dei comprimari. La descrizione dei luoghi, soprattutto quelli antichi è molto accurata e confermano l'idea che la scrittrice si è documentata molto ed è anche appassionata di archeologia.

Anita Boriello ci racconta una storia dove gli Annunaki, gli dei Sumeri, non sono altro che colonizzatori extraterrestri. La Borriello si ispira alle teorie dell'archeoastronomia e di quella archeologia che in molti definiscono "alternativa" che vede in Zecharia Sitchin il fondatore dell'archeologia misterica.

Come nella migliore tradizione della mitologia Sumera gli dei si dividono in due fazioni: una vuole aiutare gli uomini a crescere ed evolversi mentre l'altra vuole tenerli sottomessi in modo da utilizzarli come schiavi.

Clara, la protagonista, si ritrova accolta nel primo gruppo ma nonostante sia un'archeologia di ampie vedute è una giovane del nostro secolo che si ritrova a confronto con la mentalità di coloro che vivono millenni prima del suo tempo e hanno una mentalità completamente diversa. Non mancheranno quindi gli scontri verbali e le incomprensioni, in particolare con uno di loro dal quale Clara si sentirà attratta.

In questo romanzo possiamo ritrovare vari stili, si passa dal romanzo storico alternativo (fantasy), l'avventura e la storia romantica. La storia d'amore è parte della vita della protagonista, come in quella di ognuno di noi, in questo l'autrice è sempre stata abile nella stesura di romanzi che comprendono la storia romance ma possono appassionare un pubblico molto più vasto proprio perché sono una commistione di generi.

Ancora una volta l'autrice riesce ad essere coinvolgente, mi ha portato a leggere fino all'ultima pagina con il desiderio di vedere come sarebbe finita.

Voto: 4/5


Aiutaci a sostenere il blog, acquista da questo link!


Nessun commento

Powered by Blogger.